I 7 migliori alimenti che accelerano il metabolismo in menopausa

​In menopausa l’attività ormonale si attenua e fa rallentare il metabolismo. Scopri come riattivarlo con una dieta sana ed equilibrata e quali sono i 7 cibi che possono aiutarti!

Come accelerare il metabolismo in menopausa con la giusta alimentazione

Durante il delicato periodo della menopausa il tuo metabolismo subirà un fisiologico rallentamento. Ma non è il caso di disperarsi! Anche se possono sembrarti pesanti e difficili da affrontare, gli effetti metabolici di questa fase della vita non sono così stringenti come potrebbe sembrare. È importante che tu sappia che la causa principale dell’aumento di peso durante la menopausa risiede nei cambiamenti ormonali, in particolare nel calo di estrogeni, che provocano un rallentamento del metabolismo.

Con attenzione, cura di sé e con la giusta motivazione, per una donna in menopausa è possibile mantenere il peso forma, o perdere peso e rifiorire in breve tempo: è sufficiente seguire i miei consigli per capire come accelerare il metabolismo in menopausa.

Ricorda che il nostro corpo è la macchina più perfetta e più ecologica del mondo: funziona con dei carburanti naturali, come il cibo, l’acqua e l’aria, e ha dei meccanismi interni capaci di autoregolarsi e reagire prontamente agli stimoli. Pertanto, ti assicuro che agendo sul carburante del nostro corpo, e sottoponendolo a stimoli fisici adeguati, leggeri ma costanti, è facile dare una spinta al metabolismo lento in menopausa. Sfrutta al meglio la tua energia naturale e ritroverai bellezza e benessere grazie alla perdita di peso!

Ricorda che in menopausa dovrai convivere con un nuovo fabbisogno energetico. Il tuo comportamento dovrà modificarsi di conseguenza, cosicché tu possa star bene con te stessa.

Il metodo Be Perfect

La questione più importante, perciò, è quella della riattivazione del metabolismo attraverso l’alimentazione. Guarda il video training gratuito e scopri quali sono i principi base a cui attenersi!

I 7 migliori alimenti per la menopausa

Innanzitutto effettua il calcolo del peso ideale e prefiggiti un obiettivo stimolante. È fondamentale focalizzarsi su uno scopo chiaro e incentivante. Tienilo bene a mente soprattutto nei momenti in cui ti sembrerà di non farcela, quando crederai che non esista una soluzione per gli ostacoli da superare. Dare una spinta al tuo metabolismo è possibile e, credimi, guardare al cambiamento con fiducia e adottare nuove abitudini sarà la scintilla che accenderà il fuoco che sta all’origine della tua trasformazione. 

Ti rivelerò adesso quali sono i 7 migliori alimenti per la menopausa e, se li consumerai regolarmente, non solo ti scoprirai in poco tempo più in forma e più tonica ma ti renderai conto di essere più energica e positiva verso la vita di ogni giorno. Si tratta di alimenti che rappresentano veri e propri acceleratori naturali del metabolismo: sono buoni alleati che agiscono da vari punti di vista anche per il benessere dell’apparato digerente, la corretta funzionalità intestinale, la salute del cuore e delle ossa.

1. Spezie

Inizia subito a limitare il sale e a sostituirlo con spezie come la cannella, il pepe nero e lo zenzero. Le tue pietanze non solo saranno più saporite e invitanti, ma diventeranno vere e proprie fonti di benessere. Devi sapere, infatti, che sono dette “spezie calde” in virtù del loro effetto termogenico. Questo significa che hanno una grande efficacia nell’incrementare il consumo calorico del nostro organismo. A queste va aggiunto anche il peperoncino, che contiene la capsaicina: è una di quelle sostanze che, oltre a essere un toccasana per la circolazione sanguigna, stimola fino al 25% i processi metabolici e riduce il senso di fame, donando un senso di sazietà più duraturo. Sperimenta aggiungendo questi ingredienti a ricette come la pasta con crema di piselli o il branzino al forno con verdure, vedrai, non ne uscirai delusa!

2. Cereali integrali

Il riso e l’avena, soprattutto se integrali, migliorano il metabolismo lento in quanto il nostro organismo trae da essi energia in modo più lento e costante rispetto a quanto accade con altri cibi. Sono inoltre molto più salutari rispetto ad altri tipi di carboidrati e zuccheri. Questi tipi di alimenti sono perfetti se consumati prima di fare esercizio fisico in quanto forniscono il “carburante” necessario a svolgere l’attività con prestanza e resistenza.

3. Verdure e legumi

Garantiscono un grande aiuto durante la menopausa, perché forniscono al corpo fibre e nutrienti preziosi, ottimi per la funzionalità gastrica e intestinale. In particolare, tipi di verdura come il cavolfiore, la verza ebroccoli costituiscono degli antiossidanti naturali, uno dei rimedi più utili per depurare l’organismo e stimolare il metabolismo. I legumi invece sono una fonte preziosa di fitoestrogeni e diminuiscono sensibilmente i sintomi tipici della menopausa: via libera a fagioli, ceci e soia, provali in gustose zuppe invernali!

4. Frutta

Alcuni tipi di frutta, in particolare le mele e le pere, oltre ad essere preziosissime fonti di sali minerali e vitamine, sono stimolatori naturali del metabolismo. Cerca di consumare almeno tre frutti al giorno e non scartare la buccia! Questa infatti contiene le pectine che regolano il corretto funzionamento dell’apparato intestinale e impediscono i picchi glicemici. Consigliatissimi anche gli agrumi che, come tutti i cibi con un alto contenuto di vitamina C, abbassano il quantitativo di zucchero nel sangue e stimolano il metabolismo, aiutando a smaltire i grassi in eccesso.

5. Tisane, infusi e bevande naturali

Idratarsi prima di tutto! Oltre allo scopo di dissetarti tisane e infusi hanno effetti benefici per il tuo corpo. In particolare il tè verde, assunto per qualche settimana, aiuta a consumare più calorie e a ridurre il rischio di ingrassare. Da non dimenticare anche le tisane sgonfia pancia. Le centrifughe di frutta e verdura fresche, poi, sono perfette alleate del tuo benessere fisico. Fai attenzione a non consumare bevande caloriche come succhi zuccherati e alcolici. Se, però, eliminare l’alcol del tutto ti sembra un’impresa impossibile, cerca di ridurre il consumo a un bicchiere di vino al giorno, possibilmente rosso. Grazie alla presenza di antiossidanti fenolici, infatti, gli vengono attribuite proprietà benefiche di tipo antinfiammatorio e antibatterico.

6. Cibi ricchi di calcio

Una classe di alimenti molto importante comprende tutti i cibi ricchi di calcio, specie se di origine vegetale, come i semi di sesamo, le mandorle e la quinoa, ma anche le verdure a foglia verde e alcuni legumi. Sono molto efficaci nel dimagrimento e nel mantenimento delle funzionalità metaboliche, aiutano inoltre a salvaguardare la salute delle ossa ed evitare il rischio di osteoporosi. D’altra parte anche latticini come lo yogurt, in particolare quello greco “colato”, sono ricchissimi di calcio e sono perfetti per il tuo spuntino spezza-fame!

7. Alimenti contenenti omega 3

Se vuoi dare una scossa al tuo metabolismo non puoi assolutamente farne a meno. La frutta secca deve diventare la tua nuova alleata nella lotta al grasso in eccesso! Oltre a fare molto bene a pelle e capelli, e a prevenire rischi cardiovascolari e disturbi come il colesterolo, gli acidi grassi insaturi partecipano alla riduzione del livello di zuccheri nel sangue spingendo il corpo a bruciare calorie anziché immagazzinarle sottoforma di grasso. 

Alcuni cibi ricchi di omega 3 sono, per esempio, il salmone e altri tipi di pesce (che sono anche un’ottima fonte di proteine), le noci e alcuni semi, come quelli di zucca, di lino e di girasole. Cerca invece di evitare le fonti di acidi grassi saturi, quelli contenuti nei formaggi, nelle carni grasse e nei salumi per intenderci. Evita di condire i tuoi piatti con il burro e opta per l’olio extravergine di oliva, il tuo organismo ti ringrazierà!

Il metodo Be Perfect

Uno dei segreti per cambiare stile di vita partendo dall’alimentazione è sicuramente il focus sull’obiettivo da raggiungere. Be Perfect può aiutarti a non distogliere mai lo sguardo dal tuo traguardo.

Dieta in menopausa evitando i picchi glicemici

La prima regola per tornare in forma in menopausa è quella di non ricorrere a diete drastiche, non cedere a “miscugli” che promettono risultati miracolosi in poco tempo e rivolgersi sempre al parere di uno specialista, un medico o un nutrizionista. Associare a una sana alimentazione un’attività fisica costante e studiata in base alle tue necessità è di fondamentale importanza per ottenere risultati duraturi.

Mantieni il tuo livello glicemico costante! Questo significa, innanzitutto, evitare cibi e bevande zuccherate e alimenti troppo raffinati che contengono, per esempio, farine bianche. Inoltre, anche se potrebbe sembrarti un aspetto irrilevante, dovresti rispettare il più possibile una regolarità nell’orario dei pasti, che devono essere cinque al giorno: tre pasti principali e due spuntini spezza-fame. In questo senso digiunare, saltando pasti, è la scelta peggiore che potresti fare. Causerebbe picchi glicemici che rappresentano una delle principali cause nel rilascio del cortisolo, il cosiddetto “ormone dello stress”.

L’azione di questo ormone influisce negativamente su molti aspetti della tua vita, a partire dal benessere psicologico fino ad arrivare anche a conseguenze sul piano fisico. Così, diete drastiche e digiuni, anziché farti dimagrire favoriranno l’accumulo di liquidi e quindi la ritenzione idrica, la cellulite e il gonfiore. L’energia si abbasserà e il metabolismo tenderà a rallentare e anziché essere stimolato a bruciare le riserve di grasso propenderà ad accumularne.

Se inizierai a cambiare le tue abitudini a partire da una corretta alimentazione e a praticare dello sport, in maniera moderata ma con regolarità, senza sovraccaricare il tuo corpo di stress (altro cortisolo!), i risultati non tarderanno a farsi vedere. Anche sintomi più comuni della menopausa, come le vampate di calore, cominceranno a farsi più sostenibili. 

Cambiare le tue abitudini non significa stravolgerle completamente, non desidero che questo momento sia un’ulteriore causa di frustrazione ma solo una fase stimolante e positiva! Quindi, per esempio, non eliminare del tutto il comfort food che ti fa stare bene ma sostituisci alcuni ingredienti con delle versioni più leggere, magari di origine vegetale: puoi provare a utilizzare banane e avocado al posto di uova e burro, e yogurt magro al posto del latte intero. Comincia da piccole o parziali sostituzioni, ne guadagnerai in salute senza rinunciare al gusto!

Consigli per combattere il metabolismo lento in menopausa

Ricapitolando, la chiave, come ti ho spiegato, sta nell’alimentazione, ma anche e soprattutto nel tuo modo di approcciarti ad essa. Ricordati, dunque, è quello di mangiare in modo sano e con regolarità, dividendo la tua dieta in 3 pasti principali e 2 spuntini, con una colazione abbondante, un pranzo moderato e una cena leggera. Regolati nelle quantità ma non tralasciare la varietà. Il tuo corpo ha bisogno di tutti i nutrienti per funzionare perfettamente e dare il massimo delle sue potenzialità!

In questo modo, il tuo apparato digerente sarà sempre in attività, consumando energie e mantenendosi in forma smagliante. Inoltre, è una buona regola quella di mangiare lentamente e senza fretta, evitando in particolare le grandi abbuffate. Mangia piano e mastica con cura, eviterai il gonfiore addominale, la digestione dei cibi sarà facilitata e il metabolismo subirà un’accelerazione.

Non dimenticarti che dovrai aiutare il metabolismo anche svolgendo un’attività fisica costante. In questo modo potrai aumentare la massa magra e diminuire la massa grassa, e in generale tonificare i muscoli, che nel periodo della menopausa tendono a calare. Inoltre, aumenterai la massa metabolica, cioè l’insieme di cellule che tendono a bruciare di più anche in condizioni di riposo, come, per esempio, le cellule muscolari.

Daniele Tarozzi

[Voti: 0   Media: 0/5]

Pin It on Pinterest