Metodi efficaci per combattere la cellulite (in base a che età hai)

Le cause che provocano la cellulite sono di varia natura e dipendono anche dalla tua età. Ma come prevenire e rimediare per liberarsi di questo fastidioso inestetismo?

Che cos’è la cellulite

La cellulite è un inestetismo della pelle che colpisce la maggior parte delle donne sin dall’età fertile e anche nel periodo della menopausa. La sua caratteristica più evidente è quella fastidiosa e antiestetica pelle a “buccia d’arancia” che, nei casi più eclatanti, può essere motivo di grande disagio e imbarazzo per le donne.


Quando il tessuto adiposo si accumula nello strato sottocutaneo
, a causa dei più svariati fattori (che dipendono dall’età e dallo stile di vita), anche l’acqua presente nella pelle viene intrappolata dando luogo a quella che comunemente viene chiamata “cellulite”. La cellulite dunque non è altro che il risultato della scarsa circolazione che avviene in quelle parti del corpo in cui si tende ad accumulare grasso e acqua. A causare la cellulite infatti è una disfunzione del cosiddetto microcircolo.

Il metodo Be Perfect

Scopri subito come riattivare il microcircolo, come dedicarti all’idratazione profonda e combattere quindi gli inestetismi della cellulite.

Stadi della cellulite

In base alla gravità della situazione, si distinguono 3 diversi stadi:

  1. Cellulite edematosa: il primo stadio è quello della ritenzione idrica in cui i liquidi vengono intrappolati nelle classiche zone in cui si accumula la cellulite;
  2. Cellulite fibrosa: nel secondo stadio si inizia a notare il caratteristico aspetto “a buccia d’arancia”;
  3. Cellulite sclerotica: nel terzo e ultimo stadio la pelle ha una consistenza dura e presenta dei macronoduli che provocano dolore al tatto.

Per scoprire quali sono le cause e i rimedi per la cellulite, è importante diversificare i casi in base alle fasce d’età. In questo modo è più facile studiare la tipologia di cellulite e individuare i trattamenti corretti per ottenere dei risultati soddisfacenti.

Cosa causa la cellulite

Dai fattori genetici ereditari a quelli relativi alle proprie abitudini alimentari e di vita. Alla base della cellulite ci sono cause di varia natura, a volte difficilmente individuabili.

La microcircolazione, la ritenzione idrica e lo strato adiposo della pelle sono i tre elementi base della formazione di questo inestetismo.

Altri fattori che possono influire sulla comparsa del cellulite riguardano poi le abitudini comportamentali, di alimentazione e in generale del proprio stile di vita.

La mancanza di esercizio fisico ad esempio provoca un rallentamento del metabolismo che causa sovrappeso e un aumento della cellulite; allo stesso modo anche un’alimentazione scorretta con un consumo eccessivo di sale e cibi grassi e una scarsa idratazione possono contribuire a peggiorare tale condizione.

Altri fattori di rischio sono poi lo stress che innalza i livelli di cortisolo e aumenta la ritenzione idrica e il fumo in quanto aumenta i radicali liberi.

Cellulite: a ogni età un caso specifico

Vediamo nel dettaglio cosa causa la cellulite, differenziando le situazioni in base alla fascia d’età, a partire dai 30 anni fino ad arrivare alle over 60.


30 anni

A 30 anni l’inestetismo appartiene alla cellulite del primo stadio, ossia quella edematosa.

La principale causa a questa età dipende quindi dalla ritenzione idrica, da uno stile di vita scorretto e dalla scarsa idratazione. La cellulite delle over 30 può essere causata da una predisposizione ormonale e per questo può comparire già nel periodo dell’adolescenza e dei primi cicli mestruali.

Si tratta in ogni caso di una cellulite ancora giovane, caratterizzata da uno strato di pelle con la classica “buccia d’arancia” e da leggere increspature specialmente su cosce, glutei e fianchi. Se si è in sovrappeso, la cellulite di una trentenne può apparire più compatta, di tipo adiposo e caratterizzata invece dalla pelle cosiddetta “a materasso”.


40 anni

La cellulite più frequente nelle donne di 40 anni è invece quella del secondo stadio, fibrosa e caratterizzata da piccoli noduli che rendono la pelle più dura e a volte dolorosa al tatto. Le zone colpite sono cosce e glutei, addome, fianchi e anche le braccia.

I fattori scatenanti in questa fascia d’età sono da individuare nel fisiologico processo di calo ormonale. La donna over 40 si avvicina al periodo della menopausa e i cambiamenti ormonali iniziano a farsi sentire già parecchio tempo prima.

Non solo. Rallentano quei processi legati al mantenimento e all’elasticità della pelle. In particolare viene meno quell’effetto contenitivo della pelle in quanto le cellule responsabili della produzione di collagene e acido ialuronico rallentano e riducono la loro normale attività.

La pelle quindi appare meno tonica ed elastica e tale condizione influisce sulla formazione della cellulite che appare più evidente.

50 anni e over 50

Tra i 50 e i 60 anni la cellulite raggiunge il suo ultimo stadio e in alcuni casi può trasformarsi nella cosiddetta “cellulite da lassità”.

Si tratta di un inestetismo tipico della fase post-menopausa, in cui la pelle a buccia d’arancia si indurisce e peggiora visibilmente a causa della perdita del tono muscolare e dell’elasticità dei tessuti cutanei.

Più i muscoli non riescono a stare su e più è maggiore lo spazio che lasciano al tessuto adiposo in cui è intrappolata l’acqua, favorendo dunque l’aggravarsi della cellulite.

Il metodo Be Perfect

In questo video gratuito potrai scoprire da sola l’importanza dell’alimentazione e dell’allenamento corretti per restare in forma ed eliminare gli inestetismi della cellulite.

Come combattere la cellulite con lo sport e l’alimentazione giusta (età per età)

Lo sport praticato nel modo corretto, un’alimentazione bilanciata ed equilibrata e in generale uno stile di vita sano sono le migliori armi da utilizzare se vuoi combattere davvero la cellulite.

Anche in questo caso, è importante distinguere la tipologia di trattamento da adottare suddividendo il tipo di alimentazione e di attività fisica in base alla fascia d’età.

30 anni

Per combattere la cellulite e la pelle a buccia d’arancia a 30 anni ti consiglio di integrare la tua dieta con alimenti e sostanze che ti aiutano nel drenaggio e nella disintossicazione.

Come abbiamo detto in precedenza, la buccia d’arancia è una conseguenza di un mal funzionamento del microcircolo. Per favorire una corretta circolazione è utile inserire nella tua alimentazione cibi come l’ananas, l’uva, il ribes e altri frutti di bosco.

Per la cellulite con accumulo di strato adiposo invece sono più indicati gli estratti del tè verde o del guaranà che aiutano a gestire meglio il deposito dei lipidi sulla pelle.

Quanto all’attività fisica, ti consiglio di eseguire sessioni di attività aerobica a bassa intensità della durata di circa un’ora con ripetizione di due o tre volte alla settimana.

Via libera quindi a camminate veloci e corse leggere, che sia in palestra, in casa o all’aria aperta; ma anche a una passeggiata in bicicletta o sulla cyclette, così come al nuoto o a lezioni di acquagym.


40 anni

Per le over 40 valgono gli stessi consigli relativi a estratti naturali che aiutino nella stimolazione del drenaggio. Ma sono utili anche quegli alimenti che contengono sostanze capaci di ricompattare la pelle e di avere un effetto antinfiammatorio.

Tra questi sono inclusi il pesce e in particolare il merluzzo, lo sgombro, il salmone e il tonno; oppure alimenti di origine vegetale come le noci, le mandorle, i semi di lino e di girasole, la pesca.

Indicati anche tutti quei cibi ricchi di vitamina C e di acido alfalipoico – come broccoli, pomodori, spinaci, insalate, cavoli, piselli, riso integrale e carni – che aiutano a rassodare la pelle donando nuova elasticità ai muscoli.

Le attività sportive più indicate per le over 40 per combattere gli inestetismi della cellulite sono tutte le attività aerobiche di media intensità quali ad esempio la corsa, lo step ed esercizi di fitness che, oltre a drenare, aiutano ad aumentare il consumo di energia riducendo il deposito dei grassi.


50 anni e over 50

Per le 50enni e over, infine, occorre seguire una dieta sana ed equilibrata, evitando le fritture e i cibi grassi e preferendo ad essi alimenti vegetali e ricchi di fibre, quali la frutta e la verdura. Indicati anche i cibi ricchi di potassio e di vitamina C.

In questa fascia d’età inoltre si rivelano molto utili le tisane anti ritenzione idrica. Prova ad esempio a bere almeno una volta al giorno un infuso di betulla. Alcuni degli infusi più efficaci in grado di drenare in modo profondo che ti consiglio sono poi quelli a base di betulla, ortica e finocchio; oppure con ortica, gramigna e ciliegia.

Per quanto riguarda l’allenamento, ti consiglio di muoverti e prenderti cura del tuo corpo facendo camminate veloci di circa 30 minuti, una passeggiata sostenuta e di affiancare ad esse degli esercizi di aerobica capaci di stimolare la circolazione, come ad esempio l’acquagym, il nuoto, gli esercizi con i pesi.

Daniele Tarozzi